Il Manifesto di Maria Stefanelli

sito internet
Il Manifesto di Maria Stefanelli
scarica
IL Manifestocon 2 quadro mio.pdf
Documento Adobe Acrobat 285.5 KB
THE MANIFESTO OF MARIA STEFANELLI.pdf
Documento Adobe Acrobat 83.3 KB
Buon anniversario dell'Unità d'Italia
Buon anniversario dell'Unità d'Italia

Buon anniversario a tutti gli Italiani

Classifica
Paperblog

A OLGINATE MOSTRA D'ARTE DI MARIA STEFANELLI E AGNESE MARIA PILAT

 

 Il 28 settembre alle ore 10,30 presso la Villa Sirtori di Olginate (Biblioteca comunale) L'Assessore alla Cultura, dr.ssa Paola Viganò inaugura la mostra d'arte delle artiste Maria Stefanelli e Agnese Maria Pilat che ha per titolo: IL PROFUMO DELLA TERRA.

 

 

La mostra che è già stata ospitata presso la Villa d'Adda di Paderno e la Villa Puricelli di Sesto San Giovanni nel corso dell'anno, si propone di sviluppare il tema della Terra come grande Madre, produttrice oltre che buoni frutti, anche di buoni valori, ispiratrice degli artisti di ogni epoca e di ogni tendenza estetica.

 

In questo ultimo allestimento Stefanelli e Pilat propongono una serie di opere fra cui vasi, gioielli, lampade, piccole sculture, realizzati con la terra cotta, al naturale o rielaborata attraverso l'antichissima tecnica orientale del Raku, una particolare smaltatura che conferisce agli oggetti una  lucentezza e una effetto craquelet, molto raffinati.

 

Accanto alle ceramiche, le due artiste presentano alcune opere pittoriche le quali, oltre a riprendere il tema della Terra, dei suoi frutti, dei suoi colori e sapori, conducono alla fine lo spettatore anche attraverso un percorso di critica sociale e culturale che, sempre secondo le espositrici, deve sempre esprimersi nell'opera di ogni artista. E' infatti anche compito dell'arte proporre una visione del mondo critica e non convenzionale.

 

La mostra rimarrà aperta fino al 6 ottobre con i seguenti orari:

 

28 e 29 settembre dalle 10,30 alle 12,30 e dalle 16,30 alle 19

1,2,4,5,6 ottobre con gli stessi orari

 

 

Villa Sirtori, piazza Marchesi d'Adda, Olginate

Paderno: ''l'indissolubile rapporto tra uomo e terra'' in mostra

L’arte diventa sempre più al femminile. Quattro artisti, tre delle quali donne Maria Stefanelli, Ilaria Beretta ed Erika Vanalli, in mostra, con Angelo Re, a Paderno d'Adda per raccontare "l'indissolubile rapporto tra l'uomo e la terra". Promossa dall’associazione Monte Robbio, dall’associazione sportiva di Robbiate e dal Comune di Paderno, inaugurata sabato sera a Cascina Maria, la kermesse rimarrà aperta, dalle 16 alle 20, del 16, 17 e 18 novembre.

leggi l'articolo: http://www.merateonline.it/articolo.php?idd=28514

I gioielli: rappresentano il momento in cui l’uomo che ha lavorato aiutando la terra a  produrre i suoi frutti si trova in equilibrio e in simbiosi con tutto il creato; è felice, adorna il suo corpo con oggetti colorati come se fossero frutti del suo corpo esprimendo  appieno la vita che è un dono prezioso.

 

DEL DOMAN NON V’E’ CERTEZZA’ ? IO VIVO!

Stefanelli e Pilat in mostra nell’ Area Cazzaniga di Merate

Stefanelli e Pilat in mostra nell’ Area Cazzaniga di Merate L’Occhio dell’artista indaga il mondo attuale DEL DOMAN NON V’E’ CERTEZZA’ ? IO VIVO! Anticamente si diceva “Mala tempora currunt” per significare il grado di corruzione e di degrado cui la società nel suo complesso può giungere per responsabilità di chi la guida. A distanza di parecchi secoli sembra che le cose non siano poi così cambiate; viviamo tempi oscuri con la differenza che le responsabilità oggi, probabilmente, ricadono su tutte, chi più chi meno, le componenti della società. Perfino la famiglia, per millenni considerata cellula base del tessuto connettivo sociale, oggi mostra chiari segni di cedimento, con l’inevitabile confusione che tale fenomeno determina specie nelle menti delle giovani generazioni. Strumenti di comunicazione di eccezionale portata ed efficacia, entrano nelle nostre case e nelle nostre coscienze, modificando valori, conoscenze, ideali e omologando il genere umano in una sola grande categoria, quella dei consumatori. Difronte a tale sommovimento tellurico che cosa può ancora fare l’arte? Ma è ovvio, può solo registrare i fatti e suggerire alle persone un altro modo di vederli, un altro criterio di priorità, un'altra a diversa scala di valori. E’ proprio quello che cercano di fare Maria Stefanelli e Agnese Maria Pilat, le due artiste già note al pubblico cittadino, con la loro mostra intitolata “Del doman non v’è certezza/ Io vivo!” allestita presso il Centro Cazzaniga di Merate dal 30 al 8 luglio 2012, col patrocinio del Comune di Merate, Assessorato alla Cultura, dei Comuni di Robbiate e di Paderno d’Adda. Stefanelli e Pilat propongono una serie di loro lavori, fra cui delle installazioni, che invitano il visitatore a riflettere sulla condizione umana che ognuno si trova a vivere quotidianamente, senza veli o reticenze e anche con un pizzico di ironia che non guasta mai. Stefanelli e Pilat sono state in mostra con i loro lavori recentemente a Robbiate dove hanno presentato il loro MANIFESTO che ha come logo un distinto signore, anonimo, con una grande testa di mulo, a significare in modo esplicito il ruolo che la maggioranza degli uomini e delle donne è costretto “pirandellianamente” a recitare; piccole pedine di un grande meccanismo, dal quale però è ancora possibile uscire, se lo si vuole, con l’intelligenza e la creatività.

Robbiate: fine settimana di ''Arte e Fede''

Robbiate
Per sabato 7 e domenica 8 luglio la Pro Loco di Robbiate, in collaborazione con il Grappolo, gli Alpini e vari artisti del paese, propone l'evento "Arte e Fede", pensato principalmente per valorizzare e tutelare la chiesina di San Enrico.
Il ricavato della serata di sabato sarà utilizzato per opere di tutela e valorizzazione della chiesina.

Merate: arte e religione a Palazzo Prinetti nella mostra ‘Cento Cristi per Cento Artisti’

(scultura in ceramica refrattaria su supporto in compensato, pittura ad olio - titolo: "La passione di Cristo")

8 marzo 2012
8 marzo 2012
Rassegna artistica "Attimi"
Rassegna artistica "Attimi"

Robbiate: dal 2 al 23 mostra di 8 artisti in Villa Concordia